Con il via libera del Consiglio dei ministri da luglio entra il vigore il taglio del cuneo fiscale che porterà un aumento in busta paga per 16 milioni di italiani con un reddito compreso tra gli 8 mila e i 40 mila euro con un incremento fino a 1200 euro l’anno.
Per esempio chi ha una busta paga fino a 28.000 euro avrà un aumento di circa 600 euro. L’importo poi cala progressivamente fino a 480 euro per chi prende 35.000 euro l’anno. Per la fascia compresa fra 35.000 e 40.000 euro annui il beneficio parte da un massimo di 400 euro fino ad azzerarsi. Inoltre i redditi fino a 26.600 euro che già godono del Bonus Renzi da 80 euro al mese vedranno aumentare l’integrazione fino a 100 euro.

“La politica si deve misurare sempre con fatti concreti, se no restano solo le chiacchiere. Avevamo detto che dovevamo impegnarci ad abbassare le tasse. E con il taglio di 3 miliardi di cuneo fiscale, da luglio avremo più soldi in busta paga per chi guadagna nella fascia da 8 mila a 40 mila euro, ovvero 16 milioni di italiani”, ha commentato il presidente dei senatori Pd Andrea Marcucci.


Marcucci: Lo avevamo detto, lo abbiamo fatto: meno tasse per 16 mln di italiani
Mirabelli: Salvini può ridere, ma per 16 mln non è uno scherzo ma soldi in più
Manca: E' riforma strutturale, 1200 euro in più in busta