Il Presidente del Consiglio ha riferito in Senato in vista del Consiglio europeo sullo scostamento di bilancio.
“L’Europa è chiamata ad essere unita, determinata nella recrudescenza del Covid. Dobbiamo continuare a lavorare speditamente nel programma Next Generation Eu: tutti gli Stati devono agire con coerenza e lealtà – ha detto il presidente Conte – è obbligo morale per non dimenticare le vittime e offrire un futuro alle prossime generazioni”. L’Italia, ha precisato, “appoggia la proposta della presidenza tedesca per evitare rinvii. Non dobbiamo permettere che possano generarsi ritardi“, ha aggiunto ricordando che sul nodo dello stato di diritto “il Consiglio europeo ha già adottato le sue posizioni. “E’ un’occasione per riportare l’Italia sul sentiero di sviluppo equo e inclusivo”.
“Domani avremo i voti necessari per approvare lo scostamento e per permettere al governo di continuare nel rilancio, ma credo che sia una opportunità per tutti, proprio perché non abbiamo bisogno dei voti, perché stiamo percorrendo un percorso accidentato, di dimostrare questo senso di responsabilità, un’attenzione nei confronti del Paese. Ognuno di voi deve riflettere se si tratta di una operazione opportuna”. Lo ha detto il capogruppo Pd, Andrea Marcucci, intervenendo nel dibattito sulle comunicazioni di Giuseppe Conte.

Zanda: Di fronte a squilibri mondiali serve difesa comune