Nella giornata mondiale del rifugiato, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha ribadito che “L’Italia, in prima linea nell’adempiere con costanza e determinazione ai suoi doveri di solidarietà, assistenza e accoglienza, vede l’alto impegno morale e giuridico di protezione verso coloro che fuggono dalle persecuzioni, sancito dalla Convenzione di Ginevra del 1951, tra i principi fondamentali della nostra Costituzione“.

Secondo il rapporto Global Trends 2018 redatto da UNHCR, nel 2018 il numero di persone in fuga da guerre e persecuzioni ha superato i 70 milioni.

 

 

Comincini: Bene Mattarella, mai più aree rosse nella città
Iori: Proteggere bimbi e adolescenti in fuga, i più fragili