Pessime previsioni sull’Italia secondo l’Ocse: nel 2019 il Pil del nostro Paese sarà negativo, – 0,2%. Ben lontano dal +1% previsto dal governo. Si tratta di un dato che accomuna l’Italia alle performance di Turchia e Argentina, mentre il resto dell’area euro, pur crescendo meno del previsto, segnerà comunque risultati con il segno +.

Un’analisi che coincide con quella dell’Istat che nel suo bollettino mensile scrive  come ‘‘l’indicatore anticipatore ha registrato una ulteriore diminuzione, confermando le difficoltà dell’attuale fase ciclica dell’economia italiana

Misiani: Siamo in recessione ma governo pensa a legittima difesa
Stefàno: Ocse conferma che sarà anno bellissimo...