“L’occupazione giovanile è al centro delle raccomandazioni che l’Europa fa all’Italia. Nel nostro Paese l’occupazione giovanile è un problema. E la pandemia ha colpito, soprattutto nel lavoro autonomo, le fasce giovanili. Ma da noi questo era già un problema. Raramente i giovani sono al centro delle nostre norme in materia di lavoro. Siamo più preoccupati spesso di proteggere il lavoro di quelli che una occupazione ce l’hanno. E invece dobbiamo lavorare in questa direzione perché il lavoro per le nuove generazioni è la speranza di un futuro. L’Europa investe sull’occupazione giovanile mentre in Italia questo non avviene. La nostra mozione è importante perché impegna il governo a investire nell’occupazione giovanile nel settore dell’economia verde che sarà uno dei volani di sviluppo del futuro, a fare scelte coraggiose nel settore del sistema duale formazione-lavoro e delle politiche attive, a rivedere il settore degli ammortizzatori sociali che prefiguri una vera e propria riforma di questi strumenti. Se vogliamo che il nostro Paese si riprenda l’investimento sull’occupazione giovanile non può essere eluso”. Così il senatore del Pd Tommaso Nannicini nel suo intervento nel dibattito sulle mozioni sull’occupazione giovanile.


Ne Parlano