“Anche il Pd, attraverso i governi a cui ha partecipato, negli ultimi anni si è preoccupato di allargare i propri rapporti internazionali guardando a quei paesi, come la Cina, che si stanno mostrando come i principali players economici e commerciali nel mondo. Ma oggi siamo preoccupati per una adesione ad un progetto, quello della Via della Seta, che avviene senza che il nostro Paese abbia interloquito con i nostri partner europei e nel ambito della alleanza atlantica. Nulla osta ad aver rapporto con la Cina ma la Cina, legittimamente, ha una sua mission e una visione geopolitica diversa dalla nostra. La nostra è, storicamente, una collocazione euro-atlantica. E a vedere il comportamento del nostro governo e le reazioni dei nostri storici alleati si ha la sensazione che ci si voglia allontanare dalla nostra storia e dalla nostra collocazione. Questo non lo permetteremo”. Così il senatore Alessandro Alfieri, capogruppo Pd in commissione Esteri, è intervenuto dopo il discorso del premier Conte nell’aula del Senato.


Ne Parlano