“Il Consiglio superiore della pubblica istruzione ha bocciato all’unanimità l’introduzione nel 2019 della legge sull’ora di educazione civica a scuola perché metterebbe in crisi il calendario scolastico. Quella della Lega era l’ennesima bandierina propagandistica da sventolare di fronte agli elettori. Purtroppo la proposta, seppure giusta e condivisibile è stata mal congegnata. Una riforma a costo zero che di fatto non introduce l’ora aggiuntiva ma prevede 33 ore annuali da assegnare a un docente dedicato. Insomma un pasticcio”. Lo dice la senatrice Vanna Iori, capogruppo del Pd nella commissione Istruzione.
“È chiaro che le scuole – prosegue Iori –  non avrebbero mai fatto in tempo a organizzarsi e, infatti, si rinvia tutto a data da destinarsi. Sarà il nuovo ministro a gestire il caos creato da Bussetti, un ministro che il mondo della scuola non rimpiangerà”.


Ne Parlano